Vai al contenuto
viso

Trattamento acne

Dr.ssa Simona Blidar - illustrazione trattamento acne
viso

Trattamento acne

L’acne è una condizione temporanea e reversibile della pelle, molto comune in età adolescenziale, ma non esclusivamente, in cui fenomeni infiammatori legati ad un eccesso di sebum nell’unità pilosebacea porta a manifestazioni cutanee come comedoni, cisti o microcisti, rossore, capelli molto grassi, viso “lucido”, etc.

A seconda della sua gravità, l’acne può causare disagio emotivo con però una guarigione perfetta della pelle, oppure cicatrici più o meno estese o profonde. Prima viene iniziato un percorso terapeutico, minore è il rischio di tali conseguenze.

Importante sottolineare che l’acne è un’infiammazione e non un’infezione, quindi non è contagiosa!

L’acne potrebbe lasciare segni permanenti sulla pelle.

È fondamentale, quindi, curarla nelle sue prime fasi, seguendo un protocollo coretto, sotto il controllo medico.
Solo il tuo dottore saprà indicarti la cura domiciliare adatta alla tua pelle e indicarti, se necessario, il trattamento ambulatoriale corretto per la tua tipologia di acne.

Dubbi e informazioni sull’acne, cause, trattamenti e rimedi. Leggi le risposte alle domande sul suo trattamento.

Quali sono i sintomi dell’acne?

I segni e i sintomi dell’acne variano a seconda della gravità di questa condizione:

  • Punti bianchi – pori chiusi
  • Punti neri – pori aperti
  • Piccoli punti rossi – papule
  • Brufoli – pustole – cioè papule con pus in punta
  • Noduli grandi, solidi e doloranti, sotto la superficie della pelle – noduli
  • Noduli doloranti e pieni di pus, sotto la superficie della pelle – lesioni cistiche

Quali sono le cause dell’acne?

Le cause principali che portano alla formazione dell’acne sono:

  • Eccessiva produzione di sebo
  • Follicoli piliferi ostruiti da sebum e cellule morte
  • Batteri – Propionibacteriumacnes
  • Eccesso di attività ormonale androgena

L’acne appare in genere su viso, fronte, petto, parte superiore della schiena e spalle perché queste aree della pelle contengono la maggior parte delle ghiandole sebacee.


Ci sono dei fattori che possono peggiorare l’acne?

Sì, come ad esempio:

  • gli ormoni: gli androgeni sono ormoni che aumentano nei ragazzi e nelle ragazze durante la pubertà e fanno sì che le ghiandole sebacee si allarghino e producano più sebo. Anche i cambiamenti ormonali legati alla gravidanza e all’uso di contraccettivi orali possono influenzare la produzione di sebo, così come bassi livelli di androgeni nel sangue delle donne possono provocare o peggiorare l’acne
  • alcuni farmaci, ad es. farmaci contenenti corticosteroidi, testosterone o litio
  • la dieta: gli studi indicano che alcuni fattori dietetici, tra cui latticini e cibi ricchi di carboidrati – come pane, dolci e patatine – possono peggiorare l’acne. Il cioccolato è stato a lungo sospettato di peggiorare l’acne, però ci sono studi contradittori a riguardo. Osservazioni recenti ci dicono che 20-25 grammi di cioccolato fondente al giorno non solo non peggiorano questa condizione, ma potrebbero, per via delle proprietà antiossidanti del cacao, migliorare la qualità della pelle
  • i capelli che, coprendo in particolare la zona della fronte e del collo, creano microambienti poco arieggiati
  • sostanze grasse e occlusive che si depositano sulla cute, creme inadeguate, trucco troppo pesante, ma soprattutto inadeguato (sulla pelle acneica è fondamentale utilizzare solamente cosmetici non comedogenici)
  • il fumo attivo e passivo
  • lo stress

Come curare la pelle acneica?

Non usare rimedi “fai da te”
l’acne non è uguale in tutti

Non “nasconderti”
dietro al trucco, dietro ai capelli lunghi

Non schiacciare i brufoli!

  • si propaga l’infezione
  • si formano nuovi brufoli
  • oppure macchie e cicatrici

Curare l’igiene con un detergente specifico impiegato al mattino e alla sera, per rimuovere l’eccessiva secrezione sebacea e ridurre la colonizzazione batterica

Attenuare la visibilità delle imperfezioni con dei prodotti specifici, cerca sempre la dicitura “Non comedogeno” sulle confezioni delle creme o dei cosmetici

Fare sport fa bene!


Il sole fa bene per chi è soggetto all’acne?

No, non è vero che il sole e le lampade abbronzanti migliorano la situazione. Anzi, i raggi UV provocano un aumento dei comedoni. In caso di acne, ci si può esporre al sole, ma sempre con un’adeguata protezione.
La fotoprotezione specifica è importante anche quando il sole si prende in montagna, durante le vacanze sulla neve.


A chi bisogna rivolgersi per trattare la pelle acneica?

Tra i più indicati nella cura dell’acne oppure degli esiti che ha lasciato sulla pelle sono: i peeling, il needling, il pixel-peel, la carbossiterapia, la biostimolazione ialuronico-enzimatica, la terapia fotodinamica, etc