Vai al contenuto
viso

Peeling profondo al fenolo – Lifting non-chirurgico

Dr.ssa Simona Blidar - illustrazione peeling profondo al fenolo
viso

Peeling profondo al fenolo – Lifting non-chirurgico

Il peeling al fenolo è una procedura medica seria e dovrebbe essere eseguita solamente da medici con un’ottima formazione in materia. I peeling al fenolo sono stati effettuati nel corso di molti decenni negli Stati Uniti, in Francia e Spagna e più recentemente in altri paesi europei.

Viene utilizzato il peeling della Skintech Pharmagroup CE approved, Lip & Eyelid, con la tecnica del loro ideatore – il Dr. Philippe Deprez

Il fenolo è il più potente tra i peeling chimici disponibili ed è generalmente utilizzato per ringiovanire drasticamente la pelle invecchiata da troppo sole oppure la pelle dei fumatori caratterizzata da rughe profonde e significativa lassità cutanea.

Sono la dr.ssa Simona Blidar, esperto referente e KOL per la Skintech Pharmagroup in Italia, eseguo il lifting non-chirurgico tridimensionale con risultati spettacolari:
la rimozione in una sola seduta di rughe, iperpigmentazione e altri sintomi del fotoaging.

Vuoi saperne di più sul linfting non chirurgico? Il peeling al fenolo è un trattamento estremamente efficace per il ringiovanimento della pelle. Chiama nel mio studio per valutare l’applicazione nel tuo caso.

Quali sono i risultati del fenolo?

I risultati di fenolo sono sicuramente paragonabili, se non migliori, a quelli ottenuti con il LASER CO2.

Il Fenolo può essere utilizzato su tutto il viso o localizzato sulle palpebre o intorno alla bocca, dov’è particolarmente indicato per le “rughe del fumatore” o il cosiddetto “codice a barre”, mentre sul resto del viso si farà il soft-fenol oppure un peeling a base di solo TCA.

I risultati sono visibili già a una settimana dal trattamento e continueranno a migliorare per i successivi sei mesi, togliendo da 10 a 20 anni di invecchiamento della pelle.

Il lifting chirurgico solamente “tira” la cute in eccesso, con il risultato che una pelle invecchiata, quindi sottile, risulterà ancor più fine. Il fenolo invece ha il vantaggio di rendere la pelle più spessa e di stimolare i suoi strati più profondi per prevenire l’invecchiamento e riparare i danni che si sono già verificati. Il fenolo stimola fortemente la produzione di fibre di collagene ed elastina che danno alla cute un aspetto più pieno e molto naturale, contribuendo a migliorare la salute della pelle.


Quanto durano i risultati del peeling al fenolo?

I risultati del peeling al fenolo sono permanenti, ma naturalmente dopo il peeling la pelle continuerà ad invecchiare, determinando normali alterazioni cutanee. Un’attenta cura e la protezione della vostra pelle aiuterà a prolungare i benefici del peeling.


È doloroso il trattamento con il fenolo?

Dopo aver applicato il peeling si avverte una sensazione di calore intenso per 12 massimo 15 secondi, dopodiché il peeling è ben tollerato.

Nei 4-5 giorni successivi il viso sarà edematoso, con un’eventuale leggero fastidio.


Quanto limita la vita sociale sottoporsi al peeling al fenolo?

Il periodo di recupero è di circa 7-8 giorni durante i quali la vostra vita sociale sarà limitata a causa del gonfiore e della desquamazione del viso.

L’ottavo giorno il medico rimuoverà le ultime croste e la paziente si potrà truccare.


È sicuro il trattamento al fenolo?

Il fenolo può essere consigliato in un numero limitato di casi e solo il medico potrà valutare se è adatto o meno per la vostra pelle.

In seguito ad un’accurata visita medica con esami di laboratorio e lo storico delle patologie e cure farmacologiche in corso, la dr.ssa le indicherà il percorso da seguire che include una preparazione di 2-3 settimane, il trattamento che durerà circa 60-90 minuti, le successive visite alla clinica e la cura della pelle per i prossimi 6 mesi.

Controindicazioni importanti: gravidanza, allattamento, diabete insulino-dipendente, herpes.


Possono verificarsi effetti collaterali nell’uso del fenolo?

I peeling profondi a volte possono attivare un herpes nelle persone con uno storico di herpes simplex (herpes labiale). In questi casi, come prevenzione, sarà prescritto un antivirale due giorni prima del peeling, da continuare per altri tre giorni dopo il trattamento.

Un’altra possibile complicanza è la formazione di cicatrici: questo potrebbe verificarsi dopo l’infezione della zona trattata oppure se le eventuali croste vengono tolte con le mani.

L’iperpigmentazione post-infiammatoria è possibile dopo un peeling profondo, però può sempre essere evitata e/o controllata con l’utilizzo della Blending Bleaching cream oppure una pomata magistrale depigmentante.